Italiano Ita 
English Eng 
Gli abbinamenti | Torrerivera

Gli abbinamenti

Abbinare un olio è un’arte e l’arte italiana ha fatto scuola nel mondo. Perché accompagnare con lo stesso olio una tartare e una minestra? Con differenti aromi e gradi di acidità, i nostri Monocultivar si sposano armonicamente su tutti gli alimenti.
Nel suo uso a crudo, la scelta del migliore abbinamento di un olio extra vergine d’oliva con determinati cibi o preparazioni culinarie, segue la regola generale dell’armonia o del contrasto. Nel primo caso, oli mediamente fruttati, poco densi e viscosi in bocca, e con note di amaro e piccante appena accennate, sono adatti a sposare cibi o preparazioni delicate. Diversamente, oli dal fruttato intenso, corpo compatto e consistente, amari e piccanti, si abbinano a cibi saporiti o a piatti strutturati per aroma e gusto. La scelta  fatta per contrasto gioca, invece, ad esaltare un alimento o un piatto delicato, rilevandone il gusto con un olio intenso per profumi e sapore.
Armonicamente, il Monocultivar Santagostino Torrerivera è indicato ad accompagnare pesci a carne bianca, formaggi vaccini freschi, burrata o mozzarella di bufala, ricotte e pecorini morbidi. In contrasto, invece, può unirsi a formaggi caprini e pecorini di media stagionatura e pesci a carne compatta.
Il Monocultivar Coratina Torrerivera, in un accostamento armonico, s’accompagna bene a formaggi pecorini e caprini maturi, zuppe di pane e minestre di legumi. È indicato inoltre su verdure cotte dal gusto deciso (rape, cavolo nero), su carciofi crudi ed insalate miste con erbe amare e rucola di campo. A contrasto è ottimo per esaltare in pinzimonio verdure crude, come finocchi, sedani e lattuga romana.